Progetto

Condividiamo il concetto per cui solo una vera comunità può generare identità e, per la nostra parte, vorremmo dare alla cultura la possibilità di non fermarsi e continuare ad essere un volano non solo per l’economia ma anche per la crescita e lo sviluppo individuale e personale. Questo progetto è dedicato alla memoria di Laura Pietrantoni.

Prende il via LODI RUOTA DELLA CULTURA, progetto tra i nove vincitori del bando della Fondazione Cariplo “Valorizzare le attività culturali come fattore di sviluppo delle aree urbane”.

Il progetto, nato dalla volontà e dalle capacità della musicologa Laura Pietrantoni, Presidente dell’Associazione Culturale Musicarte, prematuramente scomparsa nell’estate del 2013, si pone l’obiettivo di rendere la città di Lodi un luogo di cultura permanente.

L’eredità di questo progetto è stata adottata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lodi, coordinato dal Vicesindaco Simonetta Pozzoli.

LODI RUOTA DELLA CULTURA prevede lo sviluppo di una stretta collaborazione tra le principali associazioni culturali - per condividere metodologie, esperienze e buone idee - e la messa in rete dei festival già esistenti e di comprovato successo accanto all’ideazione e realizzazione di nuovi eventi, per un totale di nove iniziative. Tutte le rassegne coinvolgeranno a loro volta tante altre associazioni del territorio.

La Ruota ha, al suo centro, il Festival Generare Futuro (nato dal Festival dei Comportamenti), attorno al quale ruotano le altre rassegne che, idealmente, danno la “spinta” alla Ruota.
Ogni festival si svolgerà in periodi determinati, ma il suo contenuto si diramerà in sinergia con le altre rassegne durante l’intero arco dell’anno, in un continuo confronto e dialogo che renderà la proposta culturale della città ciclica e costante.

Oltre al Festival Generare Futuro, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lodi, gli altri festival coinvolti saranno RisuonArte l’eco dei luoghi, organizzato da Associazione Culturale Musicarte; Festival dei Popoli, organizzato da Tuttoilmondo onlus; Lodi Città Film Festival, organizzato dall’Associazione Lodi Città Film Festival; Creature Festival, organizzato da CLAM; Festival della Fotografia Etica organizzato da Gruppo Fotografico Progetto Immagine; Stagione Internazionale di Chitarra Classica organizzata da Atelier Chitarristico Laudense; Teatro in piazza organizzato da Compagnia Il Pioppo e Lodi Blues Festival organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lodi. Nel terzo anno di svolgimento della Ruota della Cultura si è unito il Progetto Tarquinio Merula, organizzato dall'Accademia Gerundia.

La ruota girerà nei più bei luoghi di Lodi - giardini, teatri, biblioteche, chiostri e musei – e coinvolgerà i cittadini in una miscela di forme espressive, svelando di volta in volta immagini, parole, musica.

LODI RUOTA DELLA CULTURA prende spunto dalla rappresentazione grafica della Grande ruota della cultura del sociologo Karl Erik Rosengren (1932, docente presso l’Università di Goteborg in Svezia), secondo cui ogni società umana può essere concepita come composta da tre sistemi: il sistema culturale (o delle idee), il sistema sociale (o delle azioni) e il sistema materiale (o degli artefatti), tra loro strettamente correlati.
Il sistema dei valori, elemento centrale del sistema culturale, rappresenta il centro dell’intera struttura e fa sì che tutte le manifestazioni e i prodotti di una determinata società o sottogruppo sociale siano profondamente interconnessi.

Seguendo la teoria di Rosengren, il progetto LODI RUOTA DELLA CULTURA intende partire dal sistema dei valori, il Festival dei Comportamenti, da cui si diramano come forza motrice tutte le attività culturali.

Come ha scritto Laura Pietrantoni nel documento di presentazione del progetto: Condividiamo il concetto per cui solo una vera comunità può generare identità e, per la nostra parte, vorremmo dare alla cultura la possibilità di non fermarsi e continuare ad essere un volano non solo per l’economia - come molti studi stanno dimostrando da tempo - ma anche per la crescita e lo sviluppo individuale e personale. Un progetto complesso e ambizioso ma dinamico e concreto allo stesso tempo: una ruota della cultura che ci può proiettare in avanti in un cammino denso di sfide ma costellato di quegli incontri, relazioni, contenuti che rappresentano la primaria essenza della socialità umana.

Grazie al dialogo e all’interazione di tutti i festival, la ruota girerà senza sosta, proponendosi di creare relazioni costruttive con tutti quegli enti che operano in città sulle tematiche dell’ambiente e dello sviluppo economico.

Un progetto innovativo, che può rappresentare la strada da seguire per affermarere un nuovo modello di crescita sostenibile dei territori, mettendo la cultura al centro delle strategie di sviluppo ed esaltandone la capacità di incidere sul tessuto sociale ed economico.

Una Rete che raccoglie festival, eventi e rassegne esistenti e future in un continuo confronto e dialogo per permettere alla cultura di non fermarsi mai.

Coordinamento organizzativo: Comune di Lodi

Lodi Ruota della Cultura è un progetto della Fondazione Cariplo